Il Nord America: Canada


Affacciato su tre mari il Canada ha una superficie di poco superiore a quella degli Stati Uniti poichè occupa tutta la metà settentrionale del continente, ad eccezione dell'Alaska. Esteso da un oceano all'altro, si affaccia a nord sul Mar Glaciale Artico ed è quindi circondato dalle acque sui tre lati, mentre a sud corre il confine con gli Stati Uniti, segnato da un'unica barriera naturale, quella dei Grandi Laghi e dal corso del fiume San Lorenzo che sfocia nella baia cui dà il nome. Il clima di questo paese è continentale, con inverni lunghi che si fanno più rigidi via via che si sale a nord. Il Canada ha una popolazione molto varia dal punto di vista linguistico ed etnico, frutto del massiccio arrivo di immigrati da ogni parte del mondo.


La quasi totalità dei Canadesi vive nelle regioni meridionali e ben il 60% si addensa nella fascia di territorio, in prossimità del confine con gli USA. Le aree orientali, in particolare intorno ai Grandi Laghi e lungo il San Lorenzo, sono quelle più popolose, dove si trovano i principali centri industriali e le più grandi città.

La capitale è Ottawa, fondata nel 1858. Toronto è il centro più grande e qui hanno sede le maggiori aziende e società finanziarie. Montreal, è invece la più importante città della regione francofona. E' il principale porto marittimo del paese e, la più popolosa città del mondo in cui si parla francese dopo Parigi. Quebec risulta essere la capitale storica e culturale. Mentre, sulla costa pacifica, la città più importante è  Vancouver, fondata nel 1886 al capolinea della ferrovia che collega la costa atlantica a quella pacifica.


Un viaggio emozionante in Canada, prevede la traversata completa est-ovest del Paese, che si compie in tre giorni con ottimi treni concepiti apposta per far ammirare gli splendidi paesaggi: foreste, grandi laghi, montagne, cascate, profonde valli. La meta finale sarà Vancouver, adagiata in una luminosa e bellissima baia, con dintorni di grande interesse. Da qui, ancora meglio che dalla California, si può compiere l'escursione in Alaska, oppure spingersi con una breve crociera aerea nei territori dello Yukon e del nord, ricchi di una propria desolata bellezza.

Un'altra meta importante sono, anche qui, i Parchi Nazionali: i più belli si visitano appunto durante la traversata Montreal-Vancouver, interrompendo naturalmente il viaggio per duo o tre giorni. Il Parco Internazionale della Pace, detto anche di Waterton Glacier, comprende un settore canadese e un altro negli Stati Uniti. Questo pardo è stato definito "una delle poche zone assolutamente incontaminate" rimaste in Amercia settentrionale. La "strada verso sud" che lo attraversa passando fra i laghi, ghiacciai, gole e foreste, è fra le più belle e ardite che esistano. Fauna e flora sono ricchissime, come nell'altro grande Parco Nazionale dell'Ovest, il Parco Banff nella Columbia Britannica, più facilmente accessibile però dalle città dell'Alberta, come Calgary e appunto Banff. E anche questo è facilmente innestabile nel nostro itinerario est-ovest. Si tratta di una zona montagnosa vastissima, dove i ghiacciai, dai quali scendono freddissime cascate, si alternano ai geyser e alle sorgenti bollenti della Sulphur Mountain, la "montagna di zolfo". Le meravigliose foreste di larici, che diventano dorate all'inizio dell'autunno, ospitano innumerevoli animali anche rari e facilmente visibili con un po' di fortuna e di pazienza.

Articoli correlati

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...